Prepariamo al Santo Natale con il sacramento della confessione.

Un simbolo del presepe napoletano è il pastore della meraviglia
Il pastore della meraviglia si chiama in questo modo ed è riconoscibile proprio grazie alla sua postura. Questo personaggio che non passa inosservato, è collocato vicino alla grotta di Gesù bambino e viene rappresentato con le braccia e le sguardo rivolto verso il cielo, uno sguardo pieno di stupore e meraviglia (da cui spiegato il nome del pastore).
Questo pastore, dona il suo stupore, ovvero l’amore di Dio fatto bambino.
Dunque nulla di materiale e di prezioso.
L’insegnamento di questo personaggio è sicuramente legato alla capacità da parte dell’uomo di stupirsi, di recuperare la semplicità dello sguardo di fronte a un Dio che, con la sua venuta, dimostra di non essere ancora stanco degli uomini ma che è pronto con la venuta di suo figlio a liberarli dai loro peccati.

I sacerdoti sono disponibili per il sacramento della riconciliazione.

https://www.facebook.com/events/ical/upcoming/?uid=1533003231&key=HjrhxcK5uJRgRpmD

Please follow and like us: